SEGUICI SU :
LANGUAGES: IT EN
Advertising Design

7.000 espositori da 100 paesi con 700 aziende italiane; Il 10% degli espositori del Sial viene quindi dal nostro paese. Un risultato notevole, che parla di un mercato tra i leader mondiali. Pensiamo infatti che ci sono circa 900 espositori francesi(che giocano in casa) e meno di 500 spagnoli…

“Vieni a scoprire il cibo di oggi e di domani”. Questo l’head-line del post più recente nella pagina Facebook istituzionale della manifestazione parigina. Come RBA, agenzia di design italiana, siamo fieri di questi successi e siamo convinti che il “Tocco Italiano” sia un’arma di differenziazione vincente sui mercati internazionali.

Ci piace anticipare alla vigilia del Sial di Parigi che proprio “Tocco Italiano”  è il titolo che abbiamo pensato per il progetto nato in RBA Design finalizzato  alla costruzione dell’identità di marche nazionali (che hanno e vogliono esprimere il loro potenziale d’italianità), attraverso un recupero e un utilizzo di tutti gli elementi che contribuiscono alla percezione del loro “Genius loci” : i colori, i segni e le immagini, i caratteri e la storia. Ne parleremo più diffusamente in un prossimo post.

Per ora permetteteci di fare i migliori in bocca al lupo per la fiera a tutti gli espositori italiani ed in particolare ai nostri clienti tra cui Noberasco, Roncadin, Salumificio f.lli Beretta. Per saperne di più, visitate il sito della manifestazione con tutti gli espositori al Sial 2016.

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it
Branding Design Wine&Spirits

Sabato 17 e domenica18 settembre si è tenuta  la nuova edizione del Festival del Franciacorta in Cantina.

“I visitatori avranno la possibilità di conoscere la Franciacorta percorrendo la Strada del Franciacorta  con i suoi castelli e monasteri e moltissimi eventi organizzati dalle cantine”. Così recita la brochure di presentazione della manifestazione, studiata da RBA Design.

La nostra agenzia infatti segue l’immagine corporate e degli eventi principali del Consorzio È stato sviluppato un format grafico altamente riconoscibile e segnaletico che mantiene una forte coerenza con l’identità istituzionale Franciacorta, connotandola però con le specifiche caratteristiche delle manifestazioni, grazie a segni e codici cromatici distintivi. Basato sull’esplosione della F turrita presente nel marchio che qui diventa un frame che accoglie immagini e grafiche che raccontano l’evento. Una metaforica finestra che si affaccia di volta in volta sui territori in cui si tiene la manifestazione.

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it
Design Packaging Design Wine&Spirits

Cosa c’è di meglio, per prolungare l’estate, di un aperitivo in compagnia?

L’aperitivo è un momento tipicamente italiano, un rituale che in molte parti del mondo neppure conoscono, ma che da noi significa molto in termini di socializzazione e condivisione. Ha assunto da tempo anche valenze di marketing grazie a meccanismi di offerta come l’happy hour, e a cocktail diventati icona internazionale del lifestyle italiano, come l’autentico Spritz veneziano, preparato rigorosamente con Aperol.

Su Wikipedia leggiamo che il precursore dell’aperitivo è Ippocrate, che “prescriveva ai pazienti affetti da inappetenza un medicinale di sua invenzione: il vinum hippocraticum, vino bianco e dolce, in cui erano macerati fiori di dittamo, assenzio e ruta”. Nell’antica Roma in seguito nacque l’usanza di bere prima del pasto il mulsum, a base di vino e miele. Ecco quindi da cosa ha origine la parola: dal latino aperitivus (che apre).

Quando in RBA Design parliamo di aperitivo, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta.

Nei nostri uffici non mancano mai bottiglie di Campari, Aperol, Crodino, Camparisoda… Da anni infatti collaboriamo con il Gruppo Campari sul portfolio pre-dinner, grazie al “tocco italiano” che aggiunge valore a tutte le espressioni visive di questi brand: dal logo al packaging design (forma vetro ed etichetta) per Crodino Twist e Aperol Spritz ready to enjoy, al restyling di Camparisoda e Campari Orange Passion, alle numerose Limited Edition internazionali per Campari e Aperol, agli special pack con il kit completo per preparare a casa il perfetto Spritz, a base di Aperol o di Campari. Senza dimenticare i sodati, con il grande successo di Mojito Soda, versione analcolica del cocktail in lattina.

Anche il design delle identità visive, i codici colore e le forme delle bottiglie evocano il momento dell’aperitivo: è quindi fondamentale che siano memorabili per il consumatore, e chiaramente differenziati tra loro a livello di drinking experience, posizionamento e personalità. Quest’ultimo aspetto è di importanza strategica, trattandosi di marchi di grande tradizione, iconici, leader di mercato in molte geografie.

In conclusione, in alto i bicchieri colorati dai nostri aperitivi, magari alziamo anche la musica, e lasciamoci trasportare dai ricordi estivi in questo inizio di stagione lavorativa.

Cin cin!

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it
Design

 

RBA Design è stata fondata ed ha tuttora i propri uffici a Milano.    Avere la propria sede a Milano per un’agenzia di comunicazione significa tanto:

– siamo logisticamente raggiungibili con facilità dai clienti

– siamo  al centro di (quasi) tutto il mercato della comunicazione Italiana

– siamo  vicini a dove il design e la comunicazione vengono insegnati.

Forse però c’è una cosa che supera le precedenti :

 

Se frequenti Milano e fai un lavoro creativo e/o artistico, le fonti di ispirazione non ti mancano mai.

 

E’ proprio quello che abbiamo pensato oggi quando, scesi dal tram, ci siamo imbattuti in un manifesto dedicato ad una mostra su Escher.

Maurits Cornelis Escher, era un grafico ed incisore scomparso nel 1972 che ha “lasciato un vastissimo corpus di opere che non solo non mostrano i segni del tempo, ma possono essere considerate di essenziale influenza sulle nuove tecnologie digitali”                        (come riporta il sito ufficiale della mostra ).

Poter andare a visitare l’esposizione in pausa pranzo la consideriamo proprio una bella fortuna.

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it