Archivi tag: brand design

Retail Senza categoria

Il MAPIC è il salone di punta del mercato immobiliare retail internazionale Non per niente si tiene in Costa Azzurra, a Cannes…

Nella 3 giorni francese, dal 16 al 18 novembre,  convergono da tutto il mondo più di 3.000 retailers, e più di 300 società d’investimento.

E’ per noi un privilegio segnalare che tra gli espositori sono presenti due nostri clienti : Grandi Stazioni Retail e The Market.

Grandi Stazioni Retail ha in concessione l’affidamento a lungo termine delle convenzioni per il diritto di sfruttamento economico degli spazi commerciali e pubblicitari delle 14 più grandi stazioni ferroviarie italiane.

grandi-stazioni-prima

The Market, maxi shopping center promosso da Borletti group con gli advisor di Dea Real Estate, occuperà una superficie commerciale totale di 25 mila metri quadrati, con 120 negozi.

The_Market_Rba

In entrambe i progetti RBA Design si è occupata della definizione strategica e creativa della brand identity e della comunicazione corporate. Ne parleremo più diffusamente nei prossimi post.

Per ora vi diamo appuntamento a Cannes, per il MAPIC.

Salva

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it
Branding

MEDICA 2016 a Dusseldorf è l’appuntamento irrinunciabile per il mercato mondiale della tecnologia e dei prodotti medicali.

rba_bomi2

Il nostro cliente Bomi Group sarà presente con il suo stand istituzionale sviluppato a partire dal concept espositivo e con la supervisione artistica di RBA.

linkedin_bomi                                                                    Bomi è un gruppo internazionale leader di mercato, che opera nella logistica avanzata a supporto dell’healthcare, come partner delle più importanti aziende del settore.

Nel 2016 RBA si è occupata della revisione della corporate identity e della definizione delle communication guidelines del Gruppo.

Siamo partiti dallo studio del tagline “Handling Health with Care”, che va oltre il concetto di logistica per enfatizzare il committment e l’atteggiamento manageriale in partnership con le aziende del medicale, approfondendolo nel motto: “Intelligence first, Delivery after, Customer Care always”.

brand guidelines 3d

Tutte le Communication Guidelines sono state poi riassunte e ed illustrate nel brand manual e nella brochure istituzionale che sarà presentata in Fiera e guiderà la comunicazione del Gruppo Bomi worldwide.

brochure 3d

Salva

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it
Retail

Entro la fine del mese si rafforzerà  la collaborazione tra RBA Design e Fase Modus.
Il noto studio di architettura milanese infatti sposterà la propria sede operativa proprio negli uffici di Viale Premuda dove RBA opera da più di 15 anni.

I designer accanto agli architetti, è questa la formula che da ora in poi caratterizzerà RBA Retail, con il dichiarato obiettivo di aumentare la percezione ed il valore di marca negli spazi fisici di vendita.
La strategia, la comunicazione ed il design grafico, diventano la premessa per studi architettonici che portano al massimo livello la shopping experience.
RBA Retail è pronta a seguire con successo le marche nella nuova buyer’s journey.

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it
Branding

RBA Design a suo tempo si era occupata dello studio delle nuova identità visiva delle competizioni riferite alla Lega Serie A.                      In occasione della revisione del marchio del main sponsor Tim, la nostra agenzia è stata chiamata per il nuovo progetto di restyiling.

Il nuovo marchio Tim, inatti ha comportato un intervento sulle identità di tutte le competizioni collegate alla Lega Serie A, che si è risolto non solo attraverso una revisione del brand system e dei diversi composit logo ma anche in un restyling della forma stessa dei loghi della Seria A, pur mantenendone l’assoluta riconoscibilità .

 Una forma ancora più caratterizzante, quella dello “scudetto”, ispirata dall’espressione stessa con cui viene comunemente definito il trofeo del massimo campionato di calcio italiano.

Nel frattempo non so voi, ma noi siamo qua davanti agli schermi dei campionati europei, a tifare Italia !

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it
Wine&Spirits

Negli ultimi tempi la stampa specializzata, i mezzi di comunicazione e il web, hanno acceso i riflettori sul fenomeno vino : incremento dell’enoturismo, nuova linfa all’esportazione; In generale abbiamo assistito ad un’esplosione dell’interesse verso tutto quello che rappresenta il mondo delle cantine italiane.

Anche la birra artigianale, con il proliferare di centinaia di            micro-birrifici sembra passare attraverso un’età dell’oro.                  Poco si parla invece di liquori, anche se la tradizione italiana in questo settore è di primissimo livello.

La storia dei liquori italiani affonda infatti le sue radici nel Medioevo si dice da un’evoluzione di alcuni preparati “farmaceutici” che servivano per guarire malattie. Quando Caterina De Medici andò in sposa al Re Enrico II di Francia, portò con sé oltre ai cuochi, anche i liquoristi italiani che fecero conoscere ed apprezzare i segreti dei loro prodotti (anche in questo caso dunque, abbiamo insegnato ai francesi…).

Tornando al presente, nei liquori così detti dolci si possono ad oggi scoprire trend di consumo in controtendenza : per esempio, come segnalato dalla Nielsen  le sambuche e gli anici hanno un trend positivo nel consumo fuori-casa in Italia.

Possiamo notare alcuni denominatori comuni che attraversano tutta l’offerta dei liquori dolci e che ne rappresentano i motivi di successo:  contenuto alcolico relativamente basso, utilizzo versatile (anche nei cocktail), facilità di consumo (dovuto alla presenza di un più o meno spiccato accento dolce).

Anche l’identità visiva di alcuni prodotti di questa nicchia ne caratterizza fortemente la presenza sul mercato.

RBA design ha maturato un’esperienza di rilievo in questo comparto, lavorando tra l’altro su marchi prestigiosi come Zedda Piras, Rau, Limoncè.

Siamo orgolgiosi presentare un progetto di nicchia a cui siamo particolarmente affezionati : si tratta del restyiling dell’identità visiva dell’Amaretto Lazzaroni con la contemporanea creazione dell’architettura di marca di tutta la gamma  liquori ( sambuca e limoncello) prodotta dalla Paolo Lazzaroni & Figli fin dal 1851.

La vecchia identità
La vecchia identità

L’intervento creativo si è basato sul completo rispetto dei valori storici , con l’obiettivo di mantenerne la perfetta riconoscibilità pur adattandola a moderni stilemi.

Interessante è il recupero della parola “Autentico” architrave del posizionamento di prodotto, e la miglior leggibilità data al marchio Paolo Lazzaroni & Figli, in una logica di rivalorizzazione di una storia lunga secoli.

Ecco quindi che un prodotto classico, unico nel suo genere, si presenta con un nuovo vestito adatto a veicolare la tradizione centenaria di un’impresa autenticamente italiana,  nel mercato moderno, mantenendo le sue promesse e i suoi valori.

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it
Wine&Spirits

Parliamo con Fabrizio Bernasconi, partner e CEO di RBA Design, per spiegare cosa rappresenti il Vinitaly per la sua agenzia.

D. Fabrizio, quest’anno Vinitaly arriva alla sua 50esima edizione, un traguardo importante, non credi?

R. Certo. Permettimi di fare un pò il tifoso, e fammi sottolineare come il PROWEIN, il “concorrente” tedesco di Vinitaly, abbia invece solo 22 anni: se la sognano la nostra esperienza.

D. Avete mai partecipato al Vinitaly?

R: Se per partecipazione intendiamo la presenza con uno stand corporate RBA, secondo me la fiera non è il momento adatto per presentare i servizi di comunicazione alle varie cantine, prese d’assalto come sono da clienti ed appassionati. Il Vinitaly però rappresenta da quando siamo nati, più di 20 anni fa, un appuntamento fisso per l’agenzia, da due punti di vista. Innanzitutto ogni anno molti nostri clienti si presentano in fiera, ed è sempre una grande emozione passare tra gli stand e vedere tutte quelle etichette nate nel nostro reparto creativo.

Non meno importante poi è la visita al Vinitaly intesa come occasione di aggiornamento e di valutazione dello stato dell’arte del mercato.

Al Vinitaly partecipo sempre io personalmente, e anche il mio socio e direttore creativo Nicola Mincione è solito aggirasi a lungo per le corsie espositive. Nella visita coinvolgiamo poi il più possibile sia gli account che i grafici ed i creativi. Il mercato e le tendenze si comprendono e si interpretano guardandosi in giro, non solo dietro lo schermo di un computer.

D. L’organizzazione che fa capo a Vinitaly cura anche altri eventi sempre nel mondo del vino. Ne conosci qualcuno in particolare?

R. Certo. Fin dalla prima edizione del 2014 abbiamo partecipato con interesse a Wine2Wine, il forum di Vinitaly sul business del vino. Ci ha fatto molto piacere notare come l’immagine e la comunicazione siano stati i temi forse più trattati durante l’evento. Nel dicembre 2015 siamo anche stai inviati come relatori durante lo Speaker’s Corner, presentando il nostro approccio alla comunicazione digitale nel mondo del vino. Contiamo di poter dare il notro contributo anche all’edizione 2016 !

D. Tornando al Vinitaly quali vostri clienti saranno presenti e quali prodotti lanceranno?

R. Arcipelago Muratori festeggia il primo compleanno di Millè, il nuovo modo di bere Franciacorta e presenta la nuova immagine della linea Rubbia Al Colle; Il Gruppo Togni lancia la nuova linea di spumanti per il canale Horeca Rocca Dei Forti-Le Cuvee . Concilio presenterà il restyling del loro storico prodotto, Mori Vecio e poi il Consorzio Francacorta, Tenute Salvaterra, Fratelli Rau, La Maliosa; Affezionati clienti che andremo volentieri ad incontrare anche per ringraziarli della fiducia concessa alla nostra agenzia.

D. Fabrizio, concludiamo l’intervista “home-made” con un tuo auspicio per la Fiera ormai ai blocchi di partenza.

R. Sono ammirato dai risultati ottenuti dai produttori italiani, soprattutto sul fronte dell’export. La qualità del prodotto ha ormai raggiunto e in molti casi superato i top mondiali, basta guardare un po’ tutte le classifiche. Sono quindi davvero contento ed orgoglioso di dirigere un’agenzia che ha raggiunto negli anni un’ottima posizione in questo interessante mercato. Più che un auspicio farei quindi una promessa :

RBA Design sarà sempre al fianco dei produttori e dei manager italiani che con coraggio e determinazione dirigono le loro aziende vitivinicole, cercando di fornire sempre un servizio tripla A, che per noi significa Ambizione, Accuratezza e Autenticità.

RBA Design La Redazione

Angelo FaravelliAUTORE
Angelo Faravelli
angelo.faravelli@rbagroup.it